Re santi e leoni,
Stella Michelin.

Nel novembre 2020 riceve la sua prima stella Michelin.
Sotto la guida dello chef Luigi Salomone.

Inaugurato il 26 Giugno 2020, l’intero progetto è stato curato dallo studio di architettura di Giuliano Andrea dell’Uva.

“Un ristorante dal design contemporaneo che non dimentica il fascino del passato.”


Un ristorante dal design contemporaneo che non dimentica il fascino del passato. Una cucina semplice, ma dagli ingredienti ricercati Nel novembre 2020 riceve la sua prima stella Michelin. Sotto la guida dello chef Luigi Salomone. e dai piatti creativi, accoglie i suoi ospiti in un palazzo borghese di fine ‘800 alle spalle della piazza centrale della cittadina di Nola (NA) Qui, nel cuore della vita del piccolo centro campano, il ristorante Re Santi e Leoni si presenta come l’innovazione che sposa il passato, l’avanguardia che abbraccia la tradizione. La cucina è affidata nelle sapienti mani di Luigi Salomone, già stella Michelin nel 2016, rimanendo ad oggi il più giovane chef campano ad aver ricevuto questo riconoscimento.

Inaugurato il 26 Giugno 2020, l’intero progetto è stato curato dallo studio di architettura di Giuliano Andrea dell’Uva. All’interno, colori chiari, alluminio e geometrie lineari dominano la scena, ispirandosi al lavoro che Gae Aulenti sperimentava nei primi anni ‘70, antico e nuovo a confronto. L’idea è quella di trasmettere che ci si trova in un luogo dalla cucina e dal design contemporaneo, ma che non dimentica la tradizione e, anzi, la trasforma. Data la natura del progetto architettonico, la nota rivista Elle Decor ha dedicato al ristorante un articolo di cinque pagine.

Nel novembre 2020, a pochi mesi dall’apertura, Re Santi e Leoni riceve l’ambito riconoscimento della sua prima stella Michelin.